martedì 11 marzo 2008

Quale infrastruttura vicino casa? Un museo

Musei e parcheggi. Sono queste le cose che, nella stragrande maggioranza, gli italiani vogliono vedere sorgere nelle zone della città in cui abitano.
È la sintesi di un’indagine sul rapporto tra gli italiani e il territorio, svolta dalla Rete Urbana delle Rappresentanze. I risultati della ricerca saranno resi noti nell’ambito di una importante Conferenza, “Municipium 2008”, che si terrà a Roma nel prossimo mese di maggio. Ma la RUR ha anticipato alcuni primi risultati in relazione a un tema quanto mai attuale: l'atteggiamento degli italiani rispetto alla realizzazione di infrastrutture nella propria area di residenza.
Al primo posto fra i desideri c’è un museo (71,4%), segue un parcheggio multipiano (63,9%) e una grande costruzione in aree dismesse (56,3%).Ovviamente i giudizi si differenziano a seconda del contesto di residenza degli intervistati: in linea generale sono i cittadini delle grandi città quelli più favorevoli all'intervento infrastrutturale, sia esso relativo alle reti di trasporto che alla trasformazione urbana. Le maggiori resistenze sono dei comuni più piccoli che ritengono di subire l'impatto senza averne benefici.
Una divergenza che fa dire a Giuseppe Roma, Direttore del Censis e Segretario Generale della RUR, che «ci troviamo di fronte ad un nuovo conflitto fra città e campagna con i piccoli comuni e le zone periferiche in eterna opposizione contro qualsiasi intervento infrastrutturale, ma purtroppo favorevoli all'urbanizzazione diffusa di tantissime piccole casette».
CLICCA PER LEGGERE L’INDAGINE SUL SITO DELLA RUR

Nessun commento:

urbanistica e riqualificazione

Loading...